Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Moda spring summer 2018 eco sostenibile

Eco fashion friendly

L’impegno per salvare il nostro Pianeta passa , perché no, anche attraverso la moda e la scelta del guardaroba: qualunque sia il tuo stile, scegli la nuova moda che pensa al futuro sostenibile.
Griffato
Stella McCartney è una stilista pioniera: la sua ricerca verso le lavorazioni a impatto zero e nuovi materiali non si ferma…Tra i più rivoluzionari visti in collezione, il tessuto skin free skin; sembra pelle ma è al 100% cruelty free. Ottimi i risultati.
Sportivo
Eco & hi tech, i materiali amici dell’ambiente sono perfeti anche per capi sportivi elastici e resistenti. Come il body 100% made in Italy in bio DIWO di Freddy.
Vegano
Alcantara, ecopelle, pellemela, pelle di grano e di legno: sono soluzioni innovative che permettono di non utilizzare materiali di derivazione animale. Anche la moda ha una coscienza attenta e rispettosa. Ecco le zeppe di corda, cotone e alcantara di Nemanti.
Low cost
La sostenibilità va a braccetto con i piccoli prezzi. E’ il caso di Mango con la collezione Commited e di Kiabi slow fashion ( foto), linea di cotone bio coltivato con meno acqua e pesticidi.
Etnico
Ci sono gli artigiani kenioti che realizzano borse con tele di sacchi di caffé e di vecchie vele. Nasce la borsa creata Nairobi con tela riciclata di Vivienne Westwood Africa bags collection .
Chic
La moda eco è in grado di proporre collezioni di lusso che non usano prodotti animali o che riciclano i materiali con successo. File Bag di Regenesi è la collezione di borse con pelle rigenerata, con cover intercambiabile.
Rétro
Spesso i brand propongono linee di capi sostenibili, includendo collezioni lussuose realizate con materiali ecofriendly. H&M Conscious Exclusive collection.
Denim
Anche il denim ha un ruolo nella eco revolution. Interessante il progeto Tru- Blu di Pepe Jeans che riduce l’uso di acqua e agenti chimici.

In un mondo governato ormai da internet, la presenza delle aziende nella rete non solo è d’obbligo per questioni di visibilità, ma anche per incrementare il touchpoint col consumatore, il quale non è più catturato da una rivista o un cartellone pubblicitario ma la sua ricerca si concentrerà solo online, attraverso cioè quei canali che fanno uso di una connessione con il mondo.

FOLLOW US ON

RADIO FASHION ONAIR
FOLLOW US INSTAGRAM