Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Settimana della Moda: sfilate, eventi e festa della creatività con ‘Milano XL’

Dal 16 al 26 settembre, diverse installazioni aperte al gradne pubblico del Made in italy. Tutto sotto la sapiemte regia di Davide Rampello

Milano si preparara alla Settimana della Moda, che torna dal 20 al 25 settembre e la accoglie con un progetto inedito che si chiama Milano XL, un’esaltazione tramite diverse installazioni aperte al grande pubblico, del made in Italy. Questa e le altre novità della fashion week sono state presentate oggi a Palazzo Marino alla presenza del presidente di Camera nazionale della moda italiana Carlo Capasa e dell’assessore alla Moda Cristina Tajani.

Quest’ultima ha spiegato che “è la prima volta che a fianco alla settimana delle sfilate avremo tutti i principali eventi fieristici e una città in festa sotto la sapiente regia di Davide Rampello che ha curato le diverse installazioni che già sono visibili in questi giorni nella loro fase di montaggio. Un progetto di sistema unico che noi vorremmo poter ripetere nei prossimi anni”. Milano XL sarà quindi la festa della creatività italiana che animerà le vie di Milano dal 16 al 26 settembre, in concomitanza con la settimana della moda milanese, grazie a un accordo tra il Mise e il Comune.  I soggetti attuatori sono Confindustria, Fondazione Altagamma e agenzia Ice che si impegneranno affinché Milano diventi palcoscenico del made in Italy attraverso sette grandi installazioni scenografiche dislocate in diversi punti della città: al palazzo della ragioneria, in Galleria Vittorio Emanuele, nel Palazzo della Rinascente, in piazza San Carlo, in piazza Croce Rossa, in via Montenapoleone e in piazza d’Armi.

Il rendering delle installazioni che saranno posizionate in città durante la Fashion Week

Tra le altre novità della fashion week – che prevede 63 sfilate, 94 presentazioni e 20 eventi in calendario – la prima edizione dei Green carpet fashion awards Italia organizzato dalla Camera Nazionale della moda italiana alla Scala. Per quell’occasione è stato lanciato un contest per giovani designer e verrà conferito il premio dedicato a Franca Sozzani. “Ci sarà il ministro Carlo Calenda, Ivan Scalfarotto, il sindaco Beppe Sala e poi aspettiamo in questi giorni altri eventuali conferme per quella sera”, ha sottolineato Capasa. Il presidente si è comunque detto soddisfatto dell’attenzione che il governo dedica al settore: “Le autorità stanno seguendo molto la moda, il governo lo sta facendo, la città lo sta facendo. Vediamo che finalmente c’è un cambio di passo nel rapporto tra la moda e il Paese. Noi siamo la seconda economia del paese: sulla bilancia attiva dei pagamenti, che l’anno scorso era di 52 miliardi, la moda pesava per 25 quindi siamo la voce forse più importante, però non sempre in passato veniva posta l’attenzione giusta al nostro settore. Invece devo dire che da qualche anno è cambiato molto”, oltre al fatto che in Italia “c’è una leggera ripresa del settore”. Per Capasa “ancora è presto per dire che l’Italia torna a consumare moda come una volta. Gran parte della crescita è dovuta all’export, però si percepisce un’inizio di energia diversa, per trasformarla in acquisto forse ci vuole ancora un po’ di tempo. Ci siamo messi alle spalle degli anni di crisi molto dura”. Tra le location che saranno protagoniste della settimana ci sarà ancora una volta la Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, la Fabbrica del Vapore e il Museo della scienza e della tecnologia.

In un mondo governato ormai da internet, la presenza delle aziende nella rete non solo è d’obbligo per questioni di visibilità, ma anche per incrementare il touchpoint col consumatore, il quale non è più catturato da una rivista o un cartellone pubblicitario ma la sua ricerca si concentrerà solo online, attraverso cioè quei canali che fanno uso di una connessione con il mondo.

FOLLOW US ON

RADIO FASHION ONAIR
FOLLOW US INSTAGRAM